F.I.S.P.S. - FEDERAZIONE ITALIANA SICUREZZA PISTE SCI - SEZIONE MARCHE

REGOLAMENTO SEZIONE REGIONALE

 

1.     FINALITA’ DELLA SEZIONE

1.1.  Sono costituite come emanazione da parte della Federazione Italiana Sicurezza Piste Sci - F.I.S.P.S. le Sezioni Regionali per ra ppresentare la Federazione Nazionale a livello locale;

1.2.  La Sezione Regionale prende il nome di FISPS Sezione Regionale Marche ed ha l’obbligo  di inserire il logo FISPS in tutte le sue manifestazioni interne ed esterne (divise, siti internet, convegni etc..) ;

1.3.  Le Sezioni Regionali sono regolate dall’Art. 10.8 dello Statuto Federale;

1.4.  La gestione contabile della Sezione Regionale è curata dal Presidente Regionale e dall’organo Revisore dei Conti;

1.5.   Le Sezione Regionale, in quanto espressione della Federazione Nazionale, ha il dovere di seguire tutte le direttive espresse dalla Federazione stessa;

1.6.   Per quanto non citato dal presente regolamento, si farà riferimento allo Statuto Nazionale;

2      DISPOSIZIONI

2.1. La Sezione è coordinata da un responsabile denominato Presidente;

2.2. Per quanto riguarda i diritti e doveri del Legale Rappresentante Regionale (Presidente) si fa riferimento all’Art. 10.3.2. dello Statuto Nazionale;

2.3. In relazione alle sue facoltà il Presidente dispone quanto segue:

  • Tutti gli associati sono obbligati a rispettare i Principi Ispiratori della FISPS, le norme dello Statuto Nazionale e Regionale nonché le deliberazioni adottate dagli organi sia Nazionali e Regionali della Federazione;

  • Versare la quota associativa annuale come deliberato dal Consiglio Direttivo Regionale;

  • Partecipare alle sessioni di retraining sulle manovre tecniche e sanitarie di pertinenza, organizzate e coordinate con la scuola Regionale dalla Scuola Regionale;

  • Indossare con decoro la divisa FISPS elusivamente quando si è in servizio e nell’ambito delle sole manifestazioni autorizzate dal Presidente Regionale;

  • Dichiarare in forma scritta la propria appartenenza al Gruppo Locale del quale si ritiene di voler far parte e consegnare detta dichiarazione al Responsabile Locale, al fine di essere inserito nell’organico;

  • Fornire la propria disponibilità al servizio, per il periodo di apertura degli impianti serviti dalla FISPS, consegnando al Responsabile Locale, prospetto delle date in cui il volontario ritiene di poter prestare servizio in stazione; Ogni cambio di disponibilità deve essere esclusiva cura del Pattugliatore che dovrà autonomamente effettuare eventuale sostituzione con altro Pattugliatore;

  • Ogni Pattugliatore  deve rivolgersi per qualsiasi problematica o comunicazione al proprio Responsabile Locale;

  • Nell’ambito del servizio il Pattugliatore è tenuto a compilare diligentemente il Rapporto di giornata, il Rapporto d’Intervento ed il modello SUED, messo a disposizione dall’Associazione;

  • Il Pattugliatore in servizio deve custodire, controllare ed usare con diligenza i materiali di soccorso e i presidi tecnici messi a sua disposizione;

  • Il Pattugliatore, durante il servizio, deve assolutamente evitare comportamenti (soprattutto in pista) che possano ledere l’immagine FISPS ed essere di cattivo esempio verso gli utenti;

 

Regione Marche - Anno 2012